Aggiornamenti agli strumenti di rendering e visualizzazione

COMSOL Multiphysics® versione 5.2a include numerose funzioni nuove e aggiornate per il rendering e la visualizzazione dei risultati di simulazione, tra cui sei nuove tabelle dei colori per migliorare il postprocessing, nuove capacità di annotazione per grafici 1D ed equazioni LaTeX e surface plot di tabelle, che offrono un modo nuovo di vedere i dati del modello. Scoprite tutti gli aggiornamenti di rendering e visualizzazione inclusi in COMSOL Multiphysics® versione 5.2a qui di seguito.

Sei nuove tabelle dei colori per i grafici di visualizzazione

COMSOL Multiphysics® ha ampliato le capacità di visualizzazione con l'introduzione di sei nuove tabelle dei colori, tra cui:

  1. Aurora Australis 2. Aurora Borealis 3. Heat Camera 4. Heat Camera Light 5. Jupiter Aurora Borealis 6. Twilight

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Twilight, che mostra il cambiamento in spessore dello strato dal modello tutorial Elettrodeposizione su una portiera d'auto.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Twilight, che mostra il cambiamento in spessore dello strato dal modello tutorial Elettrodeposizione su una portiera d'auto.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Twilight, che mostra il cambiamento in spessore dello strato dal modello tutorial Elettrodeposizione su una portiera d'auto.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Twilight, che mostra il cambiamento in spessore dello strato dal modello tutorial Elettrodeposizione su una portiera d'auto.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Twilight, che mostra il cambiamento in spessore dello strato dal modello tutorial Elettrodeposizione su una portiera d'auto.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Jupiter Aurora Borealis, che mostra il flusso intorno alle goccioline dal tutorial Ugello di una stampante a getto - Metodo Level Set.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Jupiter Aurora Borealis, che mostra il flusso intorno alle goccioline dal tutorial Ugello di una stampante a getto - Metodo Level Set.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Jupiter Aurora Borealis, che mostra il flusso intorno alle goccioline dal tutorial Ugello di una stampante a getto - Metodo Level Set.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Jupiter Aurora Borealis, che mostra le linee di flusso intorno a un corpo di Ahmed dal tutorial Corpo di Ahmed. Il grafico mostra anche il logaritmo del campo di pressione utilizzando la nuova opzione di colori Aurora Borealis.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Jupiter Aurora Borealis, che mostra le linee di flusso intorno a un corpo di Ahmed dal tutorial Corpo di Ahmed. Il grafico mostra anche il logaritmo del campo di pressione utilizzando la nuova opzione di colori Aurora Borealis.

Una visualizzazione che utilizza la nuova opzione di tabella dei colori Jupiter Aurora Borealis, che mostra le linee di flusso intorno a un corpo di Ahmed dal tutorial Corpo di Ahmed. Il grafico mostra anche il logaritmo del campo di pressione utilizzando la nuova opzione di colori Aurora Borealis.

Un logaritmo della variazione termica in una testa sottoposta a radiazione di microonde di un cellulare dal tutorial Radiazione assorbita (SAR) nel cervello umano, visualizzato con la nuova opzione di tabella dei colori Heat Camera.

Un logaritmo della variazione termica in una testa sottoposta a radiazione di microonde di un cellulare dal tutorial Radiazione assorbita (SAR) nel cervello umano, visualizzato con la nuova opzione di tabella dei colori Heat Camera.

Un logaritmo della variazione termica in una testa sottoposta a radiazione di microonde di un cellulare dal tutorial Radiazione assorbita (SAR) nel cervello umano, visualizzato con la nuova opzione di tabella dei colori Heat Camera.

Nuovo grafico Directivity per l'Acustica

Il nuovo tipo di grafico Directivity consente agli ingegneri audio di rappresentare la risposta spaziale di un altoparlante come una funzione della frequenza e dell'angolo. Il grafico è importante nell'analisi di altoparlanti e altri trasduttori elettroacustici. Una tale rappresentazione della risposta spaziale è molto comune nel settore e spesso anche i dati misurati sono rappresentati in questo modo. Il grafico include molte opzioni di formattazione per approfondire la conoscenza dei dati modellati. Alcune delle principali funzioni di formattazione sono:

  • Normalization: i dati del livello di pressione sonora d'ingresso possono essere normalizzati rispetto ad un angolo polare specifico, rispetto al valore massimo (ad ogni frequenza) oppure senza normalizzazione.
  • Evaluation: il cerchio di valutazione può essere definito in qualsiasi posizione nello spazio ed è possibile definire una direzione di riferimento che imposta la direzione 0 gradi.
  • Coloring and Style: si possono formattare i dati come superfici piene, linee e aggiungervi etichette. È anche semplice cambiare il layout degli assi e visualizzare la frequenza a scelta sull'asse x o y.

Esempio di un grafico di direttività con i dati normalizzati rispetto a 30 gradi, la frequenza visualizzata sull'asse x e l'aggiunta di etichette (sinistra). La medesima normalizzazione dei dati è stata applicata a 0 gradi e la frequenza è visualizzata sull'asse y (destra).

Esempio di un grafico di direttività con i dati normalizzati rispetto a 30 gradi, la frequenza visualizzata sull'asse x e l'aggiunta di etichette (sinistra). La medesima normalizzazione dei dati è stata applicata a 0 gradi e la frequenza è visualizzata sull'asse y (destra).

Esempio di un grafico di direttività con i dati normalizzati rispetto a 30 gradi, la frequenza visualizzata sull'asse x e l'aggiunta di etichette (sinistra). La medesima normalizzazione dei dati è stata applicata a 0 gradi e la frequenza è visualizzata sull'asse y (destra).

Esempio di un grafico di direttività con i dati normalizzati rispetto a 30 gradi, la frequenza visualizzata sull'asse x e l'aggiunta di etichette (sinistra). La medesima normalizzazione dei dati è stata applicata a 0 gradi e la frequenza è visualizzata sull'asse y (destra).

Esempio di un grafico di direttività con i dati normalizzati rispetto a 30 gradi, la frequenza visualizzata sull'asse x e l'aggiunta di etichette (sinistra). La medesima normalizzazione dei dati è stata applicata a 0 gradi e la frequenza è visualizzata sull'asse y (destra).

Formattazione LaTeX e altri miglioramenti a titoli e annotazioni

È ora possibile includere le annotazioni nei grafici 1D. Questa opzione era già disponibile per i grafici 2D e 3D nelle versioni precedenti di COMSOL Multiphysics®.

Inoltre, la funzionalità di annotazione è stata ampliata e include ora le annotazioni nei titoli dei grafici e le annotazioni con colori di sfondo, cornici e LaTeX markup. Le interruzioni di riga sono ora disponibili utilizzando l'opzione LaTeX markup con la seguente sintassi di carattere speciale: \\.

Per creare l'annotazione nell'immagine sottostante, ad esempio, utilizzare l'espressione di testo: $\sigma_{\textrm{max}}$ = eval(maxop1(solid.mises),MPa) MPa

Un'analisi strutturale, che mostra la posizione e il valore del massimo sforzo di von Mises efficace. L'annotazione include il LaTeX markup con un colore di sfondo e una cornice. Un'analisi strutturale, che mostra la posizione e il valore del massimo sforzo di von Mises efficace. L'annotazione include il LaTeX markup con un colore di sfondo e una cornice.

Un'analisi strutturale, che mostra la posizione e il valore del massimo sforzo di von Mises efficace. L'annotazione include il LaTeX markup con un colore di sfondo e una cornice.

Legende di Contour piene

I tipi di grafico Contour e Isosurface includono ora un'opzione per usare una legenda piena. Questa funzione è particolarmente utile per i plot di contour pieni.

Percorso dell' Application Library con un esempio che utilizza la funzione Filled Contour Legends:

ACDC_Module/Capacitive_Devices/capacitor_dc

Un diagramma a contorni pieno dal tutorial Calcolo della capacità, con la legenda piena a destra.

Un diagramma a contorni pieno dal tutorial Calcolo della capacità, con la legenda piena a destra.

Un diagramma a contorni pieno dal tutorial Calcolo della capacità, con la legenda piena a destra.

Esportazione VTK

Le funzioni di esportazione Data e Plot ora supportano l'esportazione di file VTK non strutturati (.vtu). Questo formato di file consente di visualizzare i dati in software di altre aziende.

L'esportazione di dati o di un grafico ora presenta un elenco di formati di file che include l'opzione del formato per file VTK non strutturati. L'esportazione di dati o di un grafico ora presenta un elenco di formati di file che include l'opzione del formato per file VTK non strutturati.

L'esportazione di dati o di un grafico ora presenta un elenco di formati di file che include l'opzione del formato per file VTK non strutturati.

Molteplici espressioni in Derived Values

Le funzioni di valutazione numerica ora possono valutare più espressioni alla volta. Questo consente di risparmiare tempo con i modelli più complessi, dato che non è più necessario aggiungere un nodo Evaluation Feature per ogni espressione.

Grafici Table Surface più flessibili

Il grafico Table Surface ora supporta grafici discreti, o a gradini. Inoltre, è possibile creare un grafico Table Surface sulla base di dati importati da un file in uno dei tre formati seguenti: Filled table, Columns o Cells. L'opzione Filled table corrisponde alla funzionalità delle versioni precedenti. La nuova opzione Columns supporta i dati in un formato a colonne. Ad esempio, un file importato corrisponde ai dati salvati nel formato x,y,z,T, con le coordinate x,y,z nelle prime tre colonne e una variabile di campo, ad esempio la temperatura, nella quarta colonna. La nuova opzione Cells consente di importare dati discreti in un formato matriciale, ad esempio le matrici di resistenza, capacità o induttanza.

Un grafico Table Surface discreto con altezza (Height Expression) basata su dati importati. Un grafico Table Surface discreto con altezza (Height Expression) basata su dati importati.

Un grafico Table Surface discreto con altezza (Height Expression) basata su dati importati.

Smoothing all'interno del materiale

Molti tipi di grafico offrono la sezione Quality in cui selezionare la risoluzione, imporre la continuità e specificare il recupero delle derivate. In COMSOL Multiphysics® versione 5.2a, queste impostazioni sono state ampliate con l'aggiunta di diverse nuove opzioni. Per lo smoothing, sono ora disponibili cinque scelte:

  1. None 2. Inside material domains 3. Inside geometry domains 4. Everywhere 5. Expression

La nuova opzione Inside material domains considera tutti i domini con lo stesso materiale come la stessa regione ai fini dello smoothing, ma mantiene le discontinuità per le interfacce dei materiali. La Scelta Expression può essere utile per personalizzare la regione connessa utilizzata per il livellamento, che viene applicato all'interno delle regioni in cui l'espressione specificata è costante. La nuova opzione Smoothing threshold consente di considerare identici i valori non molto diversi tra loro ai fini dello smoothing. Se due punti adiacenti hanno valori diversi, lo smoothing avviene solo se la differenza relativa tra i loro valori è, al massimo, il valore di soglia specificato.

Nuova opzione Inside material domains per lo smoothing.

Nuova opzione Inside material domains per lo smoothing.

Nuova opzione Inside material domains per lo smoothing.

La nuova impostazione Threshold per lo smoothing. La nuova impostazione Threshold per lo smoothing.

La nuova impostazione Threshold per lo smoothing.

La nuova opzione Expression per lo smoothing.

La nuova opzione Expression per lo smoothing.

La nuova opzione Expression per lo smoothing.

Variabile material.domain

La nuova variabile material.domain è disponibile per le espressioni utilizzate per le impostazioni di fisica personalizzate e per i risultati. Questa variabile di materiale è una variabile-indicatore con un valore intero costante nei domini che hanno le stesse proprietà del materiale. Altre variabili per le definizioni di materiale su contorni, spigoli ed ai punti sono rispettivamente material.boundary, material.edge e material.point. La variabile material.entity è disponibile a tutti i livelli di entità: dominio, contorno, lato e punto ed eredita qualsiasi discontinuità dal livello di dominio fino alle entità dimensionali inferiori.

La nuova variabile-indicatore per i materiali. La nuova variabile-indicatore per i materiali.

La nuova variabile-indicatore per i materiali.

Uso dei parametri per i risultati

Il nuovo nodo Parameters può essere aggiunto come nodo secondario a Results. Questi nuovi tipi di parametri possono essere aggiunti, modificati e utilizzati come variabili ausiliarie nel postprocessing e nelle visualizzazioni senza dover ricalcolare il modello. Ad esempio, una nuova opzione per creare animazioni basate su un parametro di risultato consente di utilizzare tale parametro per animare la posizione di un grafico di slice, i livelli di isosuperficie o la posizione di un data set cut plane.

Definire i parametri nel nodo Parameters sotto il nodo Results per animare, ad esempio, la posizione di un grafico Isosurface.

Definire i parametri nel nodo Parameters sotto il nodo Results per animare, ad esempio, la posizione di un grafico Isosurface.

Definire i parametri nel nodo Parameters sotto il nodo Results per animare, ad esempio, la posizione di un grafico Isosurface.

Definire i parametri nel nodo Parameters sotto il nodo Results per animare, ad esempio, la posizione di un grafico Isosurface.

Definire i parametri nel nodo Parameters sotto il nodo Results per animare, ad esempio, la posizione di un grafico Isosurface.

Uso di espressioni globali per la posizione di Slice, Arrow e Cut Plane

È ora possibile utilizzare espressioni definite globalmente per specificare le coordinate dei grafici. Ad esempio, è possibile far sì che sia la posizione del valore massimo di una variabile di campo a determinare le coordinate di un piano di taglio. Questa funzionalità è anche disponibile per il posizionamento di Slice, Arrow e Cut Lines e molto altro.

Un contour plot in un piano di taglio posizionato al massimo globale dello sforzo efficace. Un contour plot in un piano di taglio posizionato al massimo globale dello sforzo efficace.

Un contour plot in un piano di taglio posizionato al massimo globale dello sforzo efficace.